Visitatori "Fedeli"

martedì 5 febbraio 2013

Prendersi cura

E. Pikler e le sue collaboratrici insegnano alle educatrici come prestare le cure del corpo al bambino, come toccarlo, come accompagnarlo nei movimenti perché ogni momento il bambino si senta a proprio agio, soggetto di un’attenzione personalizzata, conosciuto nel suo percepire, accompagnato nei tentativi di osservare, registrare e capire il mondo circostante.

Insegnano che ogni adulto che si prende cura di bimbi piccoli deve rispettare i ritmi dello stesso, aspettare le reazioni alla sua voce e al suo comportamento e deve soddisfare i bisogni dei diversi bambini in maniera diversa.

I bambini non amano mangiare, addormentarsi, fare il bagno allo stesso modo; perché ogni bambino abbia esperienza della propria individualità e della sua individuale possibilità di intervenire con effetto nel mondo, è necessario che l’adulto adatti il suo comportamento alle particolarità del bambino.

Per questo è necessario innanzi tutto osservare i bambini, capire cosa esprimono le posizioni del corpo, i gesti , la voce di ognuno di loro. Per osservare e capire ci vuole sistematicità e tempo.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...